ONDE D'URTO RADIALI

Sono onde a pressione meccanica che agiscono sul tessuto, propagandosi radialmente dal punto di applicazione e penetrando approssimativamente per 35/40 mm. Le onde d'urto radiali permettono di rilasciare numerose sostanze che innescano varie reazioni di inibizione del dolore e stimolazione nel corpo. Ciò si traduce in una riduzione del dolore, un'espansione dei vasi sanguigni e, di conseguenza, un aumento della vascolarizzazione e della guarigione dei tessuti oltre che un'attenuazione del processo infiammatorio.

Indicazioni terapeutiche: tendiniti calcifiche della spalla, epicondilalgia radiale e ulnare, fascite plantare, tendinopatia achillea, borsite trocanterica, lombalgia.

 

TECARTERAPIA

La tecarterapia (Trasferimento Energetico Capacitivo-Resistivo) è un elettromedicale la cui funzione si basa sul trasferimento di energia ai tessuti tramite due tipi di elettrodi (capacitivo o resistivo). Il risultato è la creazione di ipertermia, cioè innalzamento della temperatura interna dei tessuti, con conseguente aumento della vascolarizzazione e attivazione del metabolismo cellulare. Da noi viene utilizzata Indiba Active Therapy che permette di ottenere una rapida accelerazione dei processi naturali di recupero del corpo umano, con una riduzione del dolore fin dalla prima seduta.

Indicazioni terapeutiche: osteoartrite, periartrite, lombalgia, dorsalgia, cervicalgia, distorsioni, fratture, lesioni muscolari, tendinite, borsite, dolore inguinale.

 

LASERTERAPIA

Con questo acronimo (Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation) ci si riferisce ad apparecchiature che emettono fasci di luce coerenti e monocromatiche. Ciò è possibile poiché un atomo allo stato eccitato viene colpito da un fotone prima di tornare allo stato fondamentale e produce un’emissione stimolata di radiazione. Il laser, penetrando i tessuti, provoca delle reazioni biochimiche sulla membrana cellulare e all'interno dei mitocondri che inducono diversi effetti tra i quali: vasodilatazione, aumento del drenaggio linfatico, attivazione del microcircolo, effetto “biostimolante” (stimola la cellula ad autoripararsi nel caso di situazioni traumatiche o degenerative).

Indicazioni terapeutiche: artralgie di varia natura sia reumatica che degenerativa (epicondiliti, gonalgie con o

senza versamento, miositi, poliartriti, sciatalgie, lombalgie), traumatologia generale (distorsioni articolari, tendiniti, tenosinoviti croniche, stiramenti muscolari, ecchimosi, borsiti, entesiti, strappi muscolari, fenomeni artrosici, patologie da sovraccarico.)

 

MAGNETOTERAPIA

Basa il suo funzionamento su campi magnetici a bassa intensità che creano un’oscillazione delle molecole di acqua (che hanno caratteristiche dipolari), eseguendo un micromassaggio che facilita l’eliminazione dei rifiuti metabolici.

Da noi è utilizzata, in particolare, la terapia vascolare attiva Bemer che, mediante una stimolazione basata su segnali emessi elettromagneticamente, stimola il movimento di pompaggio dei microvasi normalizzando l'afflusso sanguigno nell'area interessata. Le cellule dell'organismo sono così meglio nutrite e possono svolgere i loro numerosi compiti.

Indicazioni terapeutiche: osteoporosi (favorisce la mobilizzazione degli ioni di calcio e il consolidamento dell’osso osteoporotico concorrendo alla riduzione del dolore), ritardo di consolidazione ossea, pseudo-artrosi, osteonecrosi, artrosi, algoneurodistrofia, sindromi canalicolari (esempio: tunnel carpale), cervicalgia, lombalgia, periartrite di spalla, epicondilite, edemi d’origine traumatica o infiammatoria, lesioni cutanee a difficile guarigione (ulcere post-traumatiche e flebostatiche, decubiti, ustioni).

 

ULTRASUONOTERAPIA

L'ultrasuonoterapia utilizza l'energia meccanica delle onde sonore a frequenza così elevata da non essere percepibili all’orecchio umano. La produzione degli ultrasuoni si ottiene sfruttando l'effetto piezoelettrico inverso che si ottiene stimolando cristalli minerali con le proprietà di dilatarsi e comprimersi e, quindi, di emettere vibrazioni, con una corrente emessa da un generatore ad alta frequenza. Può essere applicata una tecnica a contatto (con l'interposizione di un gel tra la testina dell'ultrasuono e la cute) o in immersione in acqua quando si trattano superfici cutanee irregolari (ad esempio mani, piedi, etc.). La penetrazione delle onde sonore ha un'azione di tipo meccanico (micromassaggio) e termico.

Gli effetti terapeutici sono: analgesico e antiinfiammatorio, decontratturante (rilasciamento muscolare), fibrinolitico e trofico (riassorbimento di ematomi, eliminazione di tenui calcificazioni, stimolazione della

guarigione dei tessuti).

 

TENS

L’elettrostimolazione nervosa transcutanea è una corrente rettangolare a bassa frequenza. Ha un'azione prevalentemente antalgica; se gli impulsi sono di breve durata e a maggior frequenza l'analgesia è a insorgenza rapida ma di breve durata, se gli impulsi sono di lunga durata e a più bassa frequenza l'analgesia insorge più lentamente ma dura più a lungo.

Indicazioni terapeutiche: sindromi algiche radicolari (brachialgie, sciatalgie, nevralgie post-erpetiche, dolore del moncone d'amputazione), artralgie e mialgie localizzate, dolore acuto post-operatorio, algie odontoiatriche e maxillo-facciali, artrite reumatoide.

Controindicazioni: pace-maker cardiaci, gravidanza, uso in prossimità della zona cardiaca.

 

IONOFORESI

Sfrutta una corrente continua, unidirezionale ad intensità costante, per permettere la penetrazione dei farmaci attraverso la cute, sfruttando la loro dissociazione elettrolitica e la conseguente migrazione da un polo elettrico all’altro.

Indicazioni terapeutiche: trattamento di patologie articolari e periarticolari.